Ileana Colazzilli è nata a Pescara dove si è prima diplomata presso l’Istituto Statale d'Arte e poi laureata in architettura.

Sin da piccola ha fatto capire che il suo interesse principale era il disegno e con esso ogni forma di espressione artistica. 

Negli anni scolastici si è distinta per le sue particolari doti e per aver vinto numerosi premi di grafica e disegno.

Durante il percorso universitario ed in seguito ha lavorato come grafica ed illustratrice collaborando con importanti agenzie pubblicitarie.

Dopo un lungo periodo in cui ha vissuto l'attività artistica in modo intimistico e scevro da ogni intenzione dimostrativa, è tornata alla pittura, sua più grande passione. 

Ha dunque cominciato ad esporre nel 2013 e nello stesso anno le è stato assegnato il primo premio della giuria tecnica al Premio Internazionale G. D'Annunzio. Nel 2014 ha partecipato alla Esposizione Triennale di Arti visive a Roma.

La sua figurazione vuole andare oltre il mero iperrealismo ed i veri protagonisti delle sue opere sono i contrasti di “luce e non luce” che enfatizzano espressioni e palesano stati d’animo. 

Sua prerogativa è la "pittura pura" che dà vita all'artificio visivo attraverso l'eterna dicotomia tra figurativo e astrattismo.